Categorie
File sharing Hacking Politico Progetto Pirata

#freesharing: il file sharing è un diritto!

L’iniziativa dei cittadini europei per la legalizzazione del #FileSharing è una speciale petizione ON-LINE con valore ufficiale per chiedere alla Commissione Europea di legalizzare la condivisione di contenuti protetti da #copyright

Categorie
European Pirate Party Hacking Politico Open Source Privacy

Le piattaforme online possono essere guidate dalla comunità

Un importantissimo studio del gruppo dei Verdi e dei Pirati al Parlamento Europeo sulle piattaforme collaborative e federate: 5 modelli di governance alternativi come Wikipedia, Diaspora, Mastodon, Der Standard e Slashdot

Categorie
Diritti European Pirate Party Privacy Sorveglianza

EU-DEAL ON CHATCONTROL: L’ANALISI INDISCRIMINATA DI TUTTI I CONTENUTI DELLE COMUNICAZIONI PRIVATE DIVENTA LEGGE

Il Consiglio dell’UE e il Parlamento hanno deciso stasera di consentire ai fornitori di cercare automaticamente tutta la posta elettronica personale e i messaggi di ogni cittadino per presunta pornografia infantile (il cosiddetto chatcontrol o deroga sulla privacy elettronica)

Categorie
European Pirate Party Trasparenza

IL REGISTRO PER LA TRASPARENZA OBBLIGATORIO PER LE ATTIVITÀ DI LOBBISMO NELLE ISTITUZIONI DELL’UE NON È ALL’ALTEZZA DEL SUO NOME

Le criticità dell’accordo interistituzionale approvato dal Parlamento europeo per l’istituzione di un registro per la trasparenza obbligatorio, volto ad attuare norme più rigorose per le attività di lobbismo all’interno di Parlamento

Categorie
European Pirate Party Privacy Sorveglianza

SONDAGGIO: IL 72% DEI CITTADINI SI OPPONE AI PIANI DELL’UE DI CERCARE IN TUTTI I MESSAGGI PRIVATI ​​MATERIALE PRESUMIBILMENTE ILLEGALE E DI DENUNCIARLO ALLA POLIZIA

Il 72% dei cittadini dell’UE si oppone ai piani dell’UE per il monitoraggio globale della messaggistica e il controllo delle chat. Questo il risultato di un sondaggio d’opinione condotto da YouGov tra 10.265 cittadini di 10 paesi

Categorie
European Pirate Party Intelligenza Artificiale Sorveglianza Stato di diritto

PIRATI: LA PROPOSTA DELLA COMMISSIONE SULL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE APRE LE PORTE ALLA SORVEGLIANZA BIOMETRICA DI MASSA

La proposta di regolamento della Commissione Europea sull’uso dell’Intelligenza Artificiale crea una base giuridica per implementare la sorveglianza biometrica di massa negli spazi pubblici su larga scala. I sistemi di sorveglianza soggetti a errori minacciano le libertà civili dei cittadini dell’UE, prendono di mira indiscriminatamente le minoranze e devono essere completamente banditi!

Categorie
European Pirate Party Informazione Sorveglianza Stato di diritto

Il parlamento europeo ha deciso: i dittatori non avranno la tecnologia europea

I regimi autoritari non potranno fruire delle tecnologie europee per opprimere i propri cittadini grazie alla revisione del regolamento sul #DualUse voluta dalla parlamentare #PPEU Markéta Gregorová

Categorie
Diritti European Pirate Party Privacy Sorveglianza Stato di diritto

Secondo l’ex giudice della Corte di Giustizia Europea, il #chatcontrol viola i diritti fondamentali

Ripubblichiamo il post apparso sul blog dell’eurodeputato del Partito Pirata Patrick Breyer, a proposito delle dichiarazioni dell’ex giudice Ninon Colneric sui sistemi #chatcontrol

Categorie
European Pirate Party Privacy Sorveglianza

Le nuove regole rendono più difficile l’esportazione della tecnologia di sorveglianza

Oggi, l’EuroParlamento voterà sui risultati dei negoziati sulla revisione del #DualUse. I beni a duplice uso possono essere utilizzati per scopi civili e militari; tra essi, droni e tecnologie informatiche.
La dichiarazione della europarlamentare del #PPEU Markéta Gregorová

Categorie
Diritti European Pirate Party Intelligenza Artificiale Privacy Sorveglianza

La controversa direttiva UE antiterrorismo su internet TERREG: la protesta della società civile prima del voto in Plenaria

“Abbiamo ottenuto successi parziali: prevenire l’obbligo di utilizzare filtri automatici, proteggere esplicitamente giornalismo arte e scienza, sollevare i piccoli operatori dall’obbligo di rimozione entro 1 ora. Ma gli ordini di rimozione transfrontaliera minacciano ancora la libertà di espressione”
Il post di Patrick Breyer