Categorie
Diritti Informazione Privacy Sorveglianza Stato di diritto

La pression du gouvernement pousse les plateformes vers plus de censure et moins de confidentialité pour les utilisateurs

Cet article de Carola Frediani a été publié en italien sur Valigia Blù, un blog collectif composé de journalistes de qualité et extrêmement attentifs à la vérification des sources.

Categorie
Diritti European Pirate Party Privacy Sorveglianza Stato di diritto

Druck der Regierung drängt Plattformen zu mehr Zensur und weniger Privatsphäre für Nutzer

Dieser Artikel von Carola Frediani wurde in italienischer Sprache auf Valigia Blù veröffentlicht, einem kollektiven Blog, das sich aus hochqualifizierten Journalisten zusammensetzt, die äußerst aufmerksam auf die Überprüfung der Quellen achten.

Categorie
Diritti European Pirate Party Privacy Sorveglianza Stato di diritto

Government pressure pushes platforms toward more censorship and less privacy for users

This article by Carola Frediani was published in Italian on Valigia Blù, a collective blog made up of quality journalists who are extremely attentive to verifying the sources.

Categorie
European Pirate Party Privacy Progetto Pirata Sorveglianza

Resistenza digitale

#Tribler, #TORProject, #Freenet, #I2P, #Yacy, #Whonix, #GNUnet, #7zip, #VeraCrypt
Oggi più che mai è importante che tutte le persone che amano la libertà apprendano i mezzi di “autodifesa digitale” e come utilizzare infrastrutture decentralizzate costruite in modo tale da poter in gran parte eludere la sorveglianza di massa da parte di grandi aziende e servizi statali
Di Max #Kehm sul sito del #PPEU

Categorie
European Pirate Party Hacking Politico Open Source Privacy

Le piattaforme online possono essere guidate dalla comunità

Un importantissimo studio del gruppo dei Verdi e dei Pirati al Parlamento Europeo sulle piattaforme collaborative e federate: 5 modelli di governance alternativi come Wikipedia, Diaspora, Mastodon, Der Standard e Slashdot

Categorie
Diritti European Pirate Party Privacy Sorveglianza

EU-DEAL ON CHATCONTROL: L’ANALISI INDISCRIMINATA DI TUTTI I CONTENUTI DELLE COMUNICAZIONI PRIVATE DIVENTA LEGGE

Il Consiglio dell’UE e il Parlamento hanno deciso stasera di consentire ai fornitori di cercare automaticamente tutta la posta elettronica personale e i messaggi di ogni cittadino per presunta pornografia infantile (il cosiddetto chatcontrol o deroga sulla privacy elettronica)

Categorie
European Pirate Party Privacy Sorveglianza

SONDAGGIO: IL 72% DEI CITTADINI SI OPPONE AI PIANI DELL’UE DI CERCARE IN TUTTI I MESSAGGI PRIVATI ​​MATERIALE PRESUMIBILMENTE ILLEGALE E DI DENUNCIARLO ALLA POLIZIA

Il 72% dei cittadini dell’UE si oppone ai piani dell’UE per il monitoraggio globale della messaggistica e il controllo delle chat. Questo il risultato di un sondaggio d’opinione condotto da YouGov tra 10.265 cittadini di 10 paesi

Categorie
Diritti European Pirate Party Privacy Sorveglianza Stato di diritto

Secondo l’ex giudice della Corte di Giustizia Europea, il #chatcontrol viola i diritti fondamentali

Ripubblichiamo il post apparso sul blog dell’eurodeputato del Partito Pirata Patrick Breyer, a proposito delle dichiarazioni dell’ex giudice Ninon Colneric sui sistemi #chatcontrol

Categorie
European Pirate Party Privacy Sorveglianza

Le nuove regole rendono più difficile l’esportazione della tecnologia di sorveglianza

Oggi, l’EuroParlamento voterà sui risultati dei negoziati sulla revisione del #DualUse. I beni a duplice uso possono essere utilizzati per scopi civili e militari; tra essi, droni e tecnologie informatiche.
La dichiarazione della europarlamentare del #PPEU Markéta Gregorová

Categorie
Diritti European Pirate Party Intelligenza Artificiale Privacy Sorveglianza

La controversa direttiva UE antiterrorismo su internet TERREG: la protesta della società civile prima del voto in Plenaria

“Abbiamo ottenuto successi parziali: prevenire l’obbligo di utilizzare filtri automatici, proteggere esplicitamente giornalismo arte e scienza, sollevare i piccoli operatori dall’obbligo di rimozione entro 1 ora. Ma gli ordini di rimozione transfrontaliera minacciano ancora la libertà di espressione”
Il post di Patrick Breyer